Nuove predizioni sui cambiamenti climatici

La previsioni, spesso non accurate sul riscaldamento globale sta chiarendo come i modelli climatici vanno ancora migliorati, e ora gli scienziati prevedono che alcune regioni vedranno meno pioggia di un mese e neve entro il 2050. Le nuove stime di pioggia e neve indicano che i punti subtropicali – come il Mediterraneo, l’Amazzonia, America centrale e Indonesia subiranno i maggiori cambiamenti delle precipitazioni nei prossimi decenni. Il numero di giorni secchi in queste zone aumenterà di ben 30 giorni l’anno, secondo lo studio, pubblicato sulla rivista Technology Reports.
Guardando alla variazione del numero di giornate secche all’anno è un nuovo modo di comprendere come il cambiamento climatico ci interesserà che va oltre la semplice variazioni delle precipitazioni medie annuali o stagionali, e ci permette di migliorare il meglio e mitigare gli impatti dei cambiamenti idrologici locali, ha dichiarato uno scienziato del clima presso San Antonio e autore principale dello studio. I risultati suggeriscono anche una probabilità crescente di siccità e inondazioni in un prossimo futuro, come pioggia annuale diventa più variabili, i ricercatori hanno detto. Variabilità sta andando a giocare un ruolo importante nel rendere peggiori le cose come i cambiamenti climatici, quando si sta aumentando la variabilità del clima, un anno è possibile avere un diluvio e l’anno successivo si può avere un periodo di siccità. Si può anche avere un aumento degli eventi estremi di precipitazione, con precipitazioni di un anno intero in pochi temporali.

Come portare Internet nei paesi in via di sviluppo

Le grandi aziende tecnologiche come Facebook e Google vogliono portare Internet al mondo povero, e i punti di accesso ad alta quota possono parte della soluzione.
Che cosa ci vuole per arrivare al mondo in via di sviluppo on-line in modo significativo? Basta collegare la gente a Internet potrebbe non essere sufficiente.
La scorsa settimana, la notizia emerso che Facebook sarà sborsare 60 milioni dollari per Titan Aerospace, una società di Moriarty, New Mexico, che costruisce alta quota , droni energia solare . Facebook intende distribuire dell’azienda Solara 60 imbarcazioni per fornire accesso internet wireless nelle aree remote. Si segue la scia dell’annuncio di fondatore Mark Zuckerberg lo scorso anno che lui e altri grandi aziende tecnologiche prevede di collegare i prossimi 5 miliardi di persone, attraverso la partnership internet.org.
E ‘un nobile scopo. Le persone che non possono usare internet sono un enorme svantaggio quando si tratta di acquisire conoscenze e competenze. Alcuni paesi , come la Francia e la Grecia, hanno formalmente dichiarato accesso a Internet come un diritto umano fondamentale.

I satelliti e la spazzatura spaziale

Negli ultimi 15 anni, abbiamo assistito al moltiplicarsi nello spazio di molti satelliti soprattutto di piccole dimensioni. Università, start-up e programmi spaziali nazionali hanno tutti lanciato satelliti per studiare vari aspetti tecnici.  Un team della Micheal University spera di lanciare 104 poker circuiti di chip di dimensioni che orbita attorno alla Terra in proprio:

Piccoli satelliti sono a buon mercato per creare e distribuire , in modo da risparmiare programmi spaziali denaro. Sono anche conveniente e abbastanza semplice per gli studenti di costruire , quindi sono ottimi strumenti educativi. Ma la loro popolarità ha reso Popular Science meraviglia. La Terra è già circondata da spazzatura spaziale. Non è il lancio di 100 nanosatelliti un po’ come gettare briciole sul pavimento del salotto?
Per fortuna , molti satelliti sono in grado di fare qualcosa briciole non lo sono. Si puliscono . Piccoli satelliti lanciati in orbita 650 km o meno al di sopra della superficie della Terra presto ricadere giù verso la Terra . Si tuffano attraverso l’atmosfera terrestre e , perché sono piccoli , si bruciano prima di raggiungere il suolo . Inoltre , pochi orbita navicella sotto 650 km di altitudine , quindi non è tanto per piccoli satelliti per colpire .
Quelli che saranno solo in orbita per pochi giorni dice Popular Science. Abbiamo esaminato questa missione con molta attenzione e non c’è nessun problema per gli altri spazi residente oggetti là fuori.